Windmill gay road

15a_heart_rainbow__00811Primi giorni in citta’, in attesa che mi arrivi per posta la tessera del bus percorro le strade dell’immediata periferia, la parte dove si concentrano tre dei maggiori ospedali del Trust.

Oggi esco per dare un volto ed un rilievo ad un punto sulla mappa che presto diverra’ lo snodo tra questa mia vita qui e l’altra, oltremare, in Italy: la fermata del bus che porta a Londra ed ai maggiori aeroporti della capitale.

Ho il nome della fermata e quello del parco che si trova proprio davanti, sono qui vicino a giudicare dalla mappa. M’incammino col cellulare in mano aperto su Google Maps. Non sembra difficile: si tratta di camminare sempre diritto ed alla fine della strada voltare a destra e continuare fin dopo la pizzeria Domino: facile. Chiudo la flip cover del cellulare e me lo metto in tasca. Voglio guardarmi attorno, apprendere i dettagli della realta’ e sovrapporli a quelli delle google maps. Inglesi in maniche corte e shorts camminano su e giu’ per la strada, mamme spingono i loro passeggini da cui spuntano per lo piu’ teste biondissime. Sono quasi arrivata alla fine della via quando dall’angolo spunta un signore sui 40, vestito scuro, elegante, carnagione chiara, radi capelli rossicci, si tira dietro un trolley nero. Ci siamo: ha tutta l’aria di essere appena sceso dal bus che lo ha prelevato da un aeroporto: ergo la mia fermata e’ vicina.

L’uomo, a due case di distanza da me, svolta in un vialetto e suona alla porta di casa. Pigramente, senza una ragione i miei occhi indugiano sulla scena curiosi di vedere chi gli aprira’ o forse che accoglienza lo aspetta.

La porta si apre dopo un secondo ed appare uno scorcio di corridoio interamente occupato dal viso barbuto di un uomo rosso in viso. Al vedere l’altro, le sue labbra serie si aprono in un largo sorriso, i suoi occhi sgranati sorridono anch’essi mentre dice il suo Welcome back! all’uomo col trolley e gia’ le sue braccia gli sono al collo. I due si scambiano un bacio appassionato sulla soglia di casa mentre io passo oltre tornando a guardare avanti. Ormai ci sono, la fermata e’ vicina, arrivero’ a prendere il mio bus per l’aeroporto, arrivero’ a casa mia in Italy, ma mi domando quando e se mai arrivero’ a scorgere simili scene di normale vita di coppia anche laggiu’ in Italy.

Annunci